of

La nascita di internet, la sua accelerazione continua e lo spostamento dal mondo reale a quello virtuale, hanno comportato una serie di difficoltà anche sotto il profilo della reputazione aziendale.

Se da una parte è pur vero che il mercato off-line non verrà mai sostituito, è altrettanto vero che oramai la maggior parte del “traffico economico” avviene sul web.

Ebbene, per una società diventa rilevante difendere la propria reputazione, soprattutto da attacchi pubblicitari di altre società concorrenti nel settore, magari non proprio trasparenti ed eque nella rappresentazione.

La Cassazione con sent. n. 949/2012 ha esteso il reato di diffamazione anche ai danni di una persona giuridica.

D’altronde, non può revocarsi in dubbio il fatto che il reato di cui all’art. 595 c.p. comporti sicuramente maggiori danni ad una società rispetto ad una persona, per ovvie ragioni: un danno all’immagine in tal caso può comportare una riduzione drastica di clientela, consumatori, fornitori, con un successivo ed inevitabile fallimento.

Precisamente, la reputazione dell’azienda viene percepita e valutata dai suoi stakeholders, che “sono tutti quei soggetti, interni ed esterni all’azienda, che mostrano un qualsiasi tipo di interesse nei confronti dell’organizzazione e dell’attività che svolge e che possono in qualche modo influenzarne l’attività, in positivo o in negativo”. Non necessariamente questi soggetti denotano un carattere economico, ma possono riferirsi anche a interessi di genere differente, quale per esempio quello sociale.  

Altri aspetti che vengono presi in considerazione dagli stakeholders sono gli asset intangibili. Tale termine si riferisce a tutte quelle variabili di carattere non contabile, e quindi non rappresentate da alcuna documentazione, che assurgono però valore per la reputazione dell’azienda. Una di queste, a tal proposito, è proprio il capitale relazione, ossia l’immagine dell’azienda percepita dal mondo esterno, clienti, fornitori, organi di informazione.

Ne discende di conseguenza che la reputazione e performance procedono di pari passo: la reputazione impatta positivamente sulle performance economiche e queste a loro volta sulla reputazione.

Per questo motivo, l’immagine diventa un elemento decisivo per la sopravvivenza della società, che dovrà essere tutelata nella maniera più opportuna da parte di un esperto legale in materia.